vostro banner 50 Euro X tre mesi

ONU ED UE STANNO VALUTANDO L’ATERNATIVA AL SUMMIT DI RIO


IL MONDO VERSO L'ENERGIA RINNOVABILE
Ci stiamo avvicinando alla conferenza sul clima di Rio de Janeiro del 20 giugno prossimo. L’Europa sta per introdurre l’energia rinnovabile sollecitata dall’ONU, ma è ancora troppo poco quello che l’Europa sta facendo assieme ai paesi in via di sviluppo.

Si stima per il 2015 nel mondo ci sarà il 50% di lavoro in più nel settore dell’energia pulita ed entro il 2030 saranno 20 milioni i posti di lavoro in più nel Pianeta.

Per la sola Italia nel periodo 2012-20 ci saranno 76 miliardi di euro di guadagno in questo settore in via di sviluppo con prezzi inferiori nell’eolico e solare e incentivi da parte del governo italiano per chi investe in questa nuova energia .

Di fatto la eolica è più competitiva della solare ma non fa alcuna importanza basta risolvere il problema del riscaldamento globale che causa l’effetto serra.

Nei G20 l’Italia domina il settore, attirando il 95% degli investimenti a livello globale.

Gli investimenti auspicabili sono del 10-18% nei prossimi 10 anni per Africa , Asia, Medio Oriente ed America Latina che promettono bene.

A questo punto vorrei fare un'osservazione sugli immigrati in Italia, Francia e Germania che raggiungono ben più del 5% della popolazione locale . Si spera nell’investimento nell’energia rinnovabile di questi paesi in via di sviluppo cosi gli immigrati potrebbero far ritorno ai loro paesi d’origine e lavorare con gli introiti di questo nuovo lavoro e salvare così l’Europa dal collasso economico.

Scritto da Raffaella Rossi il Martedi 12 Giugno 2012 alle 20:00 | Commenti (0)