Loading
Podcast Journal
Le Podcast Jour


Le Podcast Journal - podcastjournal.net  

Rechercher un article publié :

 
 
Respectez l'environnement: n’imprimez pas nos pages sur papier, visualisez-les sur écran blanc ou noir, partagez-les sur vos réseaux ou envoyez-les par mail! Reproduction autorisée uniquement avec le lien mentionnant la source: www.podcastjournal.net

Anna Coluccino

Uscire da Facebook: l’UE promuove una legge per il 'diritto all’oblio'

Cet article a été élu lauréat du 1er Concours Reportage Nouveau Média


Abbiamo dedicato diversi articoli al tema: come cancellare il profilo Facebook, e non solo perché è una delle questioni che più preoccupano gli internauti, ma anche perché -come molti di voi sapranno- è davvero molto complicato uscire da Facebook eliminando tutte le informazioni che ci riguardano, anzi -vi diremo di più- al momento è virtualmente impossibile.


« Esistono diverse procedure che consentono agli utenti di cancellarsi da Facebook, ma nessuna è in grado di eliminare tutte le foto in cui siete presenti, tutti i tag che i vostri amici hanno inserito in post, note, video e quant’altro: insomma, per quanto sia radicale la procedura di rimozione del profilo Facebook, essa sarà sempre parziale.

La preoccupazione degli internauti per questo aspetto del social network di Zuckerberg è in crescita, tanto che addirittura l’Unione Europea comincia ad interessarsi all’argomento, promettendo la promulgazione -entro il 2012- di una legge che preservi il diritto all’oblio.

Lo scopo è quello di consentire agli utenti che lo desiderino non solo di uscire da Facebook, ma di scomparire completamente dalla rete.

A promuovere questa nuova forma di tutela giuridica -poeticamente espressa nei termini di diritto all’oblio- è il vicepresidente della Commissione Ue, nonché commissario alla Giustizia e Libertà, Viviane Reding.

La Rending -infatti- sostiene che sia ormai necessaria una nuova legislazione sulla protezione dei dati personali, e che questa debba essere promulgata entro il 2011. Il ritardo legislativo in materia di web e privacy – in effetti- comincia ad assumere proporzioni preoccupanti, sembra che gli unici a non essersi accorti di quanto la nascita di Facebook -e degli altri social network- abbia modificato le nostre vite, siano i politici.

“Dobbiamo aggiornare le nostre leggi per adattarle alle nuove tecnologie”, queste le parole della Rending, speriamo solo che i fatti seguano -quanto prima- le altisonanti dichiarazioni d’intenti. »

11/12/2010








Dans nos blogs :

Le calvaire des ânes tués pour fabriquer une gélatine

Une nouvelle enquête révèle les dessous du commerce chinois des peaux d'ânes, qui sont bouillies pour produire un "médicament...

Découverte d’une nouvelle espèce d’orang-outan en Indonésie

Pour la première fois depuis 1929, une nouvelle espèce de grands singes a été découverte dans la région de Batang Toru au nord de l’île de...

Une scène de crime pour dénoncer le massacre

Le 1er novembre 2017 une scène de crime géante a attendu les passants à Paris, près du centre Georges Pompidou. A l'initiative de Vegan...



Le Podcast Journal sur :